IRAN: la Via Reale di Persia

DESERTI NEL MONDO: Fly & Drive in Asia Minore (moto stradali, enduro bicilindriche ed auto 4x4)

Dal 4 al 24 Agosto 2019 (ISCRIZIONI APERTE)

Un progetto di viaggio, aperto a tutti: il  Fly & Drive. Viaggiare in gruppo con la nostra formula Fly & Drive significa non dover pensare più agli interminabili preparativi che precedono ogni partenza, non affrontare più lunghi trasferimenti stradali e non sottostare alle lentezze burocratiche di frontiera. Nello stesso tempo ti garantiamo un'adeguata assistenza meccanica ai mezzi di proprietà e noleggiati, quindi maggiore sicurezza e tranquillità durante lo svolgimento del tour.

La Via Reale di Persia era una antica strada fatta costruire dal re dei re persiano Dario I nel V sec. avanti Cristo per consentire rapide comunicazioni attraverso il vasto Impero. Erodoto citava: "non c'è nulla al mondo che viaggi più veloce di questi corrieri persiani, né la neve né la pioggia, il caldo o il buio della notte impediscono loro di portare a termine il loro compito con la massima velocità".
Il nostro tour si snoda seguendo alcuni tratti di questo famoso percorso, attraverso le città più straordinarie dell'antichità arrivate integre ai nostri giorni.

Le strade in Iran sono assolutamente in ottimo stato ed in pratica le grandi città sono collegato tramite autostrade. Moltissimi i siti archeologici esistenti in Iran che sono giunti a noi ancora intatti da un passato lontanissimo: Persepoli, Narin, Pasargadae, Shushtar, Kermanshash, Bisotun,....Ma non solo, anche altre città che rievocano la cultura islamica saranno occasione di vista come Eshfahan, Shiraz, Qom e Yazd. Non meno incredibilmente spettacolari le attrazioni naturali molto significative: grotte naturali con immensi laghi, canyons, montagne, deserti e laghi salati unici.

L'assistenza viene garantita da più accompagnatori italiani a bordo di un motociclo e di uno/due furgoni finestrati lunghi 7 metri per il carico di bagagli ed eventuali mezzi in avaria; tutti i pernottamenti sono effettuati in hotel.

La temperatura varia dagli oltre 35 gradi delle regioni desertiche del Lut ai 20 gradi delle alture nel Nord del Paese al confine con la Turchia. Il clima muta considerevolmente in funzione dell'area geografrica attraversata.

   

 

Programma di viaggio

1° Giorno 4 Agosto: MIlano Malpensa - Erzincan

Trasferimento aereo dall'Italia al mattino presto per arrivare a Erzincan, dopo uno scalo tecnico a Istanbul, nel primo pomeriggio. Cena libera nei pressi delle cascate di Giverlik a circa 30 km e pernottamento in hotel.

2° GIORNO 5 Agosto - Erzincan - Dogubayazit (460 km)

Partiti da Erzincan, sulla strada per Erzurum passiamo il ponte Cobandede, un manufatto del XIII sec. grazie al quale Erzurum si trovava sulla Via della Seta. Meta della nostra tappa è Dogubayazit, col suo palazzo fiabesco, costruito da Colak Abdi Pasa nel 1685, mantiene ancora oggi integre diverse stanze dall'aspetto raffinato assieme a due splendidi portali. Da qui possiamo anche vedere in lontananza i ripidi pendii del Monte Ararat, un tempo vulcano attivo. Cena libera e pernottamento in hotel.

3° Giorno 6 Agosto - Dogubeyasit - Bazargan - Maku (60 km)

Partiamo al mattino presto in direzione della frontiera turca per affrontare la burocrazia di dogana e polizia dei due Paesi. Espletate tutte le formalità iraniane a Bazargan, ci spostiamo verso Maku, piccola città situata in un canyon dalle alte pareti rocciose. Questo centro è stato per parecchio tempo una fortezza di notevole importanza per la difesa della frontiera ottomana-persiana. Tempo permettendo è possibile effettuare un piccolo tour per ammirare la chiesa medioevale iraniana meglio conservata di Qareh Kalisa (chiesa di San Taddeo). Cena libera e pernottamento in hotel.

4° GIORNO 7 Agosto - Maku - Kandovan - Tabriz (350 km)

Inizia la nostra lunga discesa verso la parte meridionale dell'Iran. Kandovan, interessante dal punto di vista architettonico per i suoi insediamenti che risalgono al periodo pre-islamico e le cui case assomigliano a grotte che ricordano la Cappadocia turca. Nei pressi, il monte Sahand, la cui cima vulcanica svetta ad oltre 3.700 metri. Arriviamo alla nostra meta giornaliera, Tabriz. Da vedere il Bazar coperto risalente ad oltre 1.000 anni fa, la Kalisa ye Maryam e Moqaddas del XII sec. e la Moschea Blu, uno degli edifici più belli del periodo (1.465d.C.). Cena libera e pernottamento in hotel.

5° GIORNO 8 Agosto - Tabriz - Bijar (445 km)

Ora cercheremo di percorrere strade secondarie anche se in Iran ormai l'asfalto ha preso il sopravvento su molte piste o strade bianche. Oggi il nostro interesse è rivolto al sito dell'Unesco di Takht e Soleiman, situato tra le montagne ad alta quota. Una fortezza costruita 1.500 anni fa e sicuramente uno dei luoghi indimenticabili dell'Iran Occidentale. Costruito intorno ad un lago vulcanico per avere l'acqua ed il gas dal sottosuolo, oggi ne rimangono solamente delle rovine ma pur sempre spettacolare. Arriviamo a Bijar nel pomeriggio. Ci troviamo in una delle numerose aree protette dove sono presenti diversi animali quali stambecchi, iene e sciacalli. Cena libera e pernottamento in hotel.

6° GIORNO 9 Agosto - Bijar - Qom (450 km)

Partiamo in direzione di Ali Sadr, la più grande grotta d'acqua al mondo che si può visitare con piccole imbarcazioni guidate in circa 90 minuti. Proseguiamo verso Qom considerata la seconda città sacra degli sciiti, dove troviamo il Mausoleo di Fatima el Masuma, la Jamkaran Mosque Cena libera e pernottamento in hotel.

7° GIORNO 10 Agosto - Qom - Kashan - Esfahan (320 km)

Si partirà alla volta di Kashan visitando le case tipiche persiane di Tabatabaiha e Borojerdiha, entriamo nel villaggio di Abyaneh, riconosciuto patrimonio dell'Unesco, situato ai piedi del monte Karkas nelle vicinanze del deserto. Avrete modo di apprezzare la serenità di questo pittoresco villaggio con la sua splendida archeologia e di incontrare gli abitanti che parlano, vivono e abitano ancora oggi in stile persiano antico. Arriviamo a Isfahan la leggendaria città che non manca mai di incantare i suoi visitatori: è la perla dell'archeologia islamica tradizionale.

8° GIORNO 11 Agosto - Esfahan

Isfahan si vanta di avere affascinanti palazzi storici con incantevoli giardini. La leggenda narra che la città fu fondata durante la dinastia Tahmoures che grazie alla sua fama e gloria è stata soprannominata "La metà del mondo". Avremo modo di visitare Piazza Imam (Naqsh-e -Jahan) che è la seconda piazza più grande del mondo, dopo quella di Tienanmen di Pechino , la Moschea Imam, i palazzi Aliqapu, Chehel Sutoon e Hasht Behesht, la Moschea Jame, la chiesa Vank. Il ponte Khaju chiamato anche ponte" Baba Roknoddin", fu costruito nel 1650 ed ha 24 arcate ricavate con precisione da grandi blocchi di pietra che nella parte centrale hanno delle paratoie di legno. Infine il bazar ,uno dei più famosi in Iran, dove sarà possibile acquistare prodotti artigianali locali per i quali Isfahan è così rinomato.

9° GIORNO 12 Agosto - Esfahan - Varzaneh -Meybod-Yazd (350 km)

Lasciamo Isfahan la mattina di buon ora passando da Varzaneh , una piccola gemma nascosta nel mezzo del deserto, per arrivare dopo circa 290 km a Meybod, una cittadina nel cuore del deserto che può vantare diversi siti storici; la Kaboutar Khaneh Tower, alle porte della città è una torre colombaia che ospitava oltre 4000 nidi, il Castello di Narin, edificato probabilmente intorno al 4000 a.C. è la più antica costruzione realizzata in mattoni di fango esistente in Iran, il caravanserraglio ristrutturato che ospita botteghe d'artigianato, un ab anbar (cisterna d'acqua) e un yakhchal (ghiacciaia). Yazd, una piccola perla incastonata tra due deserti, il Dasht-e Kavir ed il Dasht-e Lut. E' facile perdersi nel labirinti di vicoli del centro storico, possiamo vedere il Tempio del Fuoco di Yazd, noto anche come Atash Behram o Atash Kadeh,, un tempio zoroastriano all'interno del quale è custodita la fiamma sacra accesa ininterrottamente dal 470 d.C. Non tralasciamo la magnifica moschea di Masjed-e Jameh che si trova in prossimità del bazar Sadri Garden. La città è particolarmente famosa per le sete; cena libera e pernottamento in hotel.

10° GIORNO 13 Agosto - Yazd - Kerman (523 km)

Dopo circa 45 km effettuiamo una piccola deviazione per vedere il castello di Saryazd, un'antica fortezza ottimamente conservata, arriviamo in seguito al caravanserraglio di Zein-o-Din trasformato ora in b&b, che sorge isolato in una distesa di sabbia e sassi. Ci dirigiamo verso Maymand a circa 250 km, il più antico villaggio troglodita iraniano. patrimonio dell'Unesco. Una breve visita per poi arrivare a Kerman la capitale dell'omonima regione, che si trova ai margini del deserto sabbioso di Dash e Lut ed importante per le coltivazioni di palme da dattero, per le piantagioni di pistacchio e per la manifattura dei tappeti. Tra i siti da visitare: la moschea di Masjed-e-Jameh che risale al XIV secolo circa i cui interni lavorati ricordano un po' le stanze più appariscenti dell' Alahambra di Granada. Il Bazar e Sartasari, costituito da 4 piccoli bazar è uno dei più antichi dell'intero Iran. Altri monumenti da visitare: la Moschea dell'Imam, la Yakhchal Moayedi un tempo utilizzata come ghiaccia e la Gonbad e Jabaliye un antichissimo edificio di cui non si conosce la provenienza.

11° GIORNO 14 Agosto - Kerman - Lut desert -Kerman

Giornata "di riposo"; è possibile utilizzare la giornata per visitare alcuni siti intorno alla città di Kerman. A Mahan si trova l'Aramgah-è Shah Nè Mattollah Valì, un complesso religioso Sufi derviscio molto interessante. A Rayen, situata all'ombra del Monte Hazar si trova l'Arg e Reyen, una antica cittadella ancora ben conservata. Verso nord invece possiamo arrivare nell'area dove sono presenti i Kalut, ai margini del Lut desert. Una area straordinaria lunga 140 km caratterizzata da lunghe file di "castelli di sabbia" alti da cinque a dieci piani creati dall'erosione del vento nel corso dei millenni. Rientriamo nel pomeriggio a Kerman. Cena libera e pernottamento in hotel.

12° GIORNO 15 Agosto - Kerman -Neryz (500 km)

Giornata di trasferimento verso nord, incomincia il rientro. A Sirjan si trova il Darvish Khan's Garden, la più strabiliante opera d'arte contemporanea dell'Iran; un giardino di pietra creato in decenni di lavoro da un pastore sordomuto.

13° GIORNO 16 Agosto - Neryz -Pasargadae - Persepoli - Shiraz (357 km)

La tappa odierna ci porterà alla scoperta dei siti archeologici più spettacolari dell'antica Persia,
a cominciare da Pesargadae, fondata dal leggendario Ciro il Grande nel sesto secolo avanti Cristo. Successivamente arriviamo a Persepoli, una delle 5 capitali dell'Impero achemenide, la sua costruzione iniziò intorno al 520 a.C., sotto il regno di Dario I e si protrasse per circa 70 anni. Tra i monumenti si possono ammirare il Palazzo dell'Apadana, il Palazzo di Dario, la Porta delle Nazioni e infine, la Sala del Trono e del Tesoro. Arriviamo in serata a Shiraz; cena libera e pernottamento in hotel.

14° GIORNO 17 Agosto Shiraz

Giornata dedicata alla visita di Shiraz e dei suoi splendidi monumenti. La moschea rosa e il Santuario di Shahcheragh giustificano il viaggio fino a Shiraz. I giochi di luce che ogni mattina trasformano la Nasir al-Mulk in una delle moschee più fotografate del mondo lasciano senza fiato e poi i mausolei funerari dei due famosi poeti Hafez e Saadi. Cena libera e pernottamento in hotel.

15° GIORNO 18 Agosto- Shiraz - Shushtar (575 km)

Altra tappa di trasferimento per arrivare a Shushtar, pittoresca cittadina famosa per il complesso di antichi mulini ad acqua, opera di ingegneria idraulica, oggi sito dell'UNESCO, realizzata dai Romani. Merita assolutamente una visita tanto diurna, per conoscerne gli interni quanto notturna per vederne gli effetti ipnotici dell'acqua dal ponte sovrastante. Cena libera e pernottamento in hotel.

16° GIORNO 19 Agosto - Shushtar - Kermanshah (480 km)

Partiamo al mattino presto per visitare lo Ziggurat meglio conservato nell'area mesopotamica, Chogha-Zanbil a 45 km. Passiamo per Dezful (interessante l'Old Bridge). Passeggiando a Kermanshah potremo vedere il Taq-e Bostan un sito con una serie di grandi rilievi rupestri di epoca sassanide, la Shafei Mosque e la Hajj Shahbazkhan Mosque. Cena libera e pernottamento in hotel.

17° GIORNO 20 Agosto - Kermanshah- Bisotun - Palangan- Sanandaj (350 Km )

Bisotun si trova lungo la rotta commerciale che collegava l'altopiano dell'Iran con la Mesopotamia, per questo è ricca di monumenti e siti di interesse turistico che testimoniano l'incontro tra varie culture transitate per questi luoghi. Il monumento principale è costituito da un bassorilievo con iscrizioni cuneiforme commissionato da Dario I, il Grande. Prendiamo la strada che circonda l'omonimo parco e proseguiamo fino a raggiungere una strada secondaria che si inerpica dentro le montagne del Kurdistan per raggiungere il villaggio di Palangan una perla incastonata nella roccia. Meta della giornata Sanandaj, cena libera e pernottamento in hotel.

18° GIORNO 21 Agosto - Sanandaj-Urmia (411 km )

Arriviamo ad Urmia sulle sponde dell'omonimo lago salato che con il colore rosa delle sue acque sta offrendo al mondo uno spettacolo straordinario. Questa meraviglia purtroppo è causata dalla siccità e rischia di scomparire. Dagli anni Settanta ad oggi la superficie del lago si è ridotta di oltre il 70%. In passato rappresentava uno dei più grandi laghi del Medio Oriente e uno dei più importanti laghi salati più estesi del mondo. Cena libera e pernottamento in hotel.

19° GIORNO 22 Agosto - Urmia -Esendere- Van (290 km )

Lasciamo Urmia per dirigerci verso la frontiera a circa 50 km per salutare questa meravigliosa terra ricca di storia e di paesaggi affascinanti .Superate le formalità burocratiche ed entrati in Turchia, dirigiamo verso Van cittadina sulle sponde del lago omonimo. Cena libera e pernottamento in hotel.

20° GIORNO 23 agosto Van -Erzincan ( 490 Km )

Ultima tappa di questo stupendo viaggio lungo le strade che attraversano i monti della Anatolia Orientale. Cena libera e pernottamento in hotel.

21° Giorno 24 Agosto Erzincan - Milano Malpensa

Trasferimento aereo nel pomeriggio da Erzincan a Milano Malpensa con scalo tecnico a Istanbul. Arrivo in Italia dove termina il viaggio.

 

 

L’ORGANIZZAZIONE SI RISERVA IL DIRITTO DI APPORTARE AL SOPRAINDICATO PROGRAMMA TUTTE LE MODIFICHE NECESSARIE A GARANTIRE LA SICUREZZA E LA BUONA RIUSCITA DEL VIAGGIO, TENUTO CONTO DELLE CONDIZIONI VARIABILI DI STRADE, PISTE, GUADI NEI FIUMI, DELLO STATO DEI PONTI, DELLE CONDIZIONI SANITARIE ED ATMOSFERICHE NONCHE' DEL LIVELLO DI GUIDA DEI PARTECIPANTI.

NOTE DI VIAGGIO IMPORTANTI

 

PER L'ISCRIZIONE INVIARE UN'ACCONTO DI € 1.000 EURO ASSIEME AL MODULO DI ISCRIZIONE (Scarica in formato word) E ALLA COPIA SCANNERIZZATA DI: PATENTE DI GUIDA, LIBRETTO DI CIRCOLAZIONE E PASSAPORTO PRESSO LA NOSTRA SEDE.

IL SALDO DEVE ESSERE EFFETTUATO 30 GIORNI PRIMA DELLA PARTENZA.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE COMPRENDONO

LE QUOTE NON COMPRENDONO

NUMERO MINIMO PARTECIPANTI: 8 MOTO

^ Torna al catalogo viaggi